COMPAGNI ED AMICI IN ITALIA, ECCO L’ASILO “VITTORIO ARRIGONI” A GAZA

“promettiamo a tutti voi di tenere fede e mantenere i principi per i quali Vittorio il Ribelle ha vissuto e combattuto e vi promettiamo di insegnare ai nostri figli il patriottismo, il rispetto per l’umanità ed a resistere all’oppressione ovunque si trovi”

ghassan kanafani developmental association

27.10.2014

Compagni e amici in Italia,

I nostri calorosi saluti a tutti voi da Gaza, dalla terra della fermezza e dell’eroismo.
Calorosi saluti dai bambini della scuola materna “Vittorio Arrigoni” per l’anima di Vittorio Arrigoni, quei ragazzi ai quali, con il vostro sostegno, siamo riusciti a disegnare un sorriso sui volti.
A dispetto di tutte le circostanze difficili che abbiamo vissuto nella Striscia di Gaza, in particolare durante e dopo la guerra recente lanciata dalle forze di occupazione sioniste, siamo ora orgogliosi di dirvi che abbiamo completato la realizzazione del progetto che istituisce la scuola materna di Vittorio Arrigoni, che ha scuola materna iniziato i suoi lavori con l’apertura del nuovo anno accademico 2014/2015.
Abbiamo lavorato duramente subito dopo la guerra, al fine di procedere con il completamento della preparazione e del programma dell’ asilo, per l’accoglienza dei bambini, e abbiamo già assunto il personale per la scuola materna che consiste di sette donne. E come risultato della campagna di promozione per la scuola materna, attraverso manifesti e striscioni distribuiti nel campo profughi di Bureij per annunciare l’inizio delle iscrizioni nella scuola materna “Vittorio Arrigoni”, abbiamo registrato 98 bambini che ricevono i servizi della nostra scuola materna.
Da ultimo, ma non meno importante, promettiamo a tutti voi di tenere fede e mantenere i principi per i quali Vittorio il Ribelle ha vissuto e combattuto e vi promettiamo di insegnare ai nostri figli il patriottismo, il rispetto per l’umanità ed a resistere all’oppressione ovunque si trovi.

Associazione per lo sviluppo “Ghassan Kanafani”- GKD

Indirizzo: Bait Hanoun – Al Shawa suburb
Email: Ghassan_k1972@hotmail.com
Telfax 2482540

1

 

2

 

3

 

4

 

5

 

6

 

7

 

8

1 NOVEMBRE A ROMA CON LA RESISTENZA DI KOBANE E TUTTI I POPOLI IN LOTTA PER L’AUTODETERMINAZIONE E LA LIBERTA’

1-nov-roma

RESTIAMO UMANI – The reading movie

restiamo-umani

RESTIAMO UMANI – The Reading Movie
dal 28 ottobre in edicola con il manifesto.

Il ricavato sarà interamente devoluto all’asilo Vittorio Arrigoni‘ a Gaza, al PCHR Palestinian Center for Human Rights, al PCDCR Palestinian Center for Democracy and Conflict Resolution e alla Fondazione VIK Utopia Onlus.

- Il diario giornaliero di Vittorio Arrigoni (1975 – 2011), dei 22 giorni di massacro avvenuto durante l’operazione militare ‘Piombo Fuso’, sferrata dal governo israeliano contro i civili della striscia di Gaza, tra la fine del 2008 e l’inizio del 2009, in cui morirono più di 1200 civili e oltre 400 bambini furono assassinati.

Acquistabile anche online sul sito www.ilmanifesto.info
www.RestiamoUmani.com

LUIGI, TI SIAMO VICINI

luigi-estelle

Esprimiamo tutta la nostra vicinanza e solidarietà al sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, in questo momento difficile per lui e per la sua città. Luigi è un amico della Palestina, della pace e della giustizia e non ha mai fatto mancare il suo sostegno alle iniziative della Freedom Flotilla, anche fronteggiando attacchi violenti e strumentali. Non lo abbiamo dimenticato e siamo sicuri che lo avremo nuovamente al nostro fianco nelle nostre prossime iniziative contro l’assedio di Gaza e l’occupazione della Palestina, per la pace, la giustizia, la dignità e la democrazia per tutti i popoli del Vicino Oriente.

Freedom Flotilla Italia

UN SUCCESSO DELLA SOLIDARIETA’ INTERNAZIONALISTA: L’ASILO “VITTORIO ARRIGONI” HA INIZIATO LE ATTIVITA’

Vauro_logo

L’asilo “Vittorio Arrigoni” ha iniziato le sue attività nel campo di Bureji, nel sud della Striscia di Gaza, lo scorso 14 settembre. Non potevamo ricevere una notizia più bella, dopo tanti mesi di impegno e, soprattutto, dopo gli oltre cinquanta giorni di aggressione criminale israeliana, che ha impedito la realizzazione del campo estivo per i bambini che era nei programmi degli operatori dell’associazione “Ghassan Kanafani” e determinato – come per tutte le scuole di Gaza – un forte ritardo nell’inizio del nuovo anno scolastico.
Le bambine ed i bambini iscritti sono 108 e si punta a raggiungere le 125 unità nei prossimi giorni. In questi primi giorni, sono previste più attività ludiche e di sostegno che didattiche, alla luce dei traumi subiti dai bimbi e dalle loro famiglie negli ultimi mesi. Siamo in attesa di ricevere dagli operatori dell’asilo “Vittorio Arrigoni” ulteriori informazioni e nuove immagini della struttura, sulla quale sono in corso alcune piccole opere di rinnovamento.
Non nascondiamo la nostra soddisfazione per un obiettivo raggiunto grazie al sostegno ed alla generosità di tanti attivisti e persone comuni, senza un solo centesimo di finanziamenti pubblici e/o istituzionali. Crediamo che questa opera possa costituire un esempio virtuoso, per almeno due ottimi motivi. Il primo è che è stata realizzata sulla base di un progetto nato dai Palestinesi, e non calato dall’alto: il nostro ruolo è stato solo quello di sostenere il progetto nato da anni di esperienza educativa maturata dalle lavoratrici e dai lavoratori dell’associazione “Ghassan Kanafani”, che gestiva già altri cinque asili – scuole materne nella Striscia di Gaza. Il secondo motivo è costituito dalla modesta entità dei costi necessari, grazie soprattutto alla creatività ed allo spirito di iniziativa dei nostri amici palestinesi: se si è riusciti a realizzare una simile impresa a costi così contenuti, vuol dire che se ne possono realizzare altre, senza bisogno di sponsor istituzionali o di grandi associazioni. Ci auguriamo che altri seguano questo esempio.
Naturalmente, sappiamo che le sofferenze dei Palestinesi di Gaza continuano, perché continua l’assedio, così come continua l’occupazione sionista dell’intera Palestina. Per questo motivo stiamo lavorando, insieme ai nostri compagni ed amici della coalizione internazionale della Freedom Flotilla, per inviare entro l’anno una nuova flotta di navi a Gaza, per rompere l’assedio israeliano e la complicità del regime egiziano. Avrete presto altre informazioni in proposito.
Nell’immediato, invitiamo tutte e tutti quelli che vogliono farlo ad inviare le donazioni per l’asilo, l’ospedale Al Awda e le altre strutture dell’Union of Halth Work Committees (UHWC) di Gaza entro la fine di questo mese, quando chiuderemo la sottoscrizione ed invieremo il denaro raccolto a Gaza. Parimenti, invitiamo tutte e tutti a scendere in piazza a Roma, il prossimo sabato 27 settembre, a manifestare per la libertà della Palestina e di tutti i popoli oppressi.

Con Vik e la Palestina nel cuore,

Freedom Flotilla Italia