VENTIMIGLIA PER L’ASILO “VITTORIO ARRIGONI” A GAZA

Sabato 26 luglio La Spes organizza a Roverino un cena multietnica per riflettere e condividere i sapori del mondo
Sabato 26 luglio, alle ore 20 presso il piazzale antistante la Spes di Roverino di Ventimiglia, sarà organizzata una cena multietnica alla scoperta dei sapori del mondo, con musica e gastronomia dei 5 continenti. Ventimiglia - Nell’ambito della campagna di solidarietà promossa dalla Spes e dalla cooperativa sociale Spes coop onlus a favore della realizzazione dell’Asilo “Vittorio Arrigoni” nella striscia di Gaza, si intende promuovere un incontro di amicizia e solidarietà
Nell’ambito della campagna di solidarietà promossa dalla Spes e dalla cooperativa sociale Spes coop onlus a favore della realizzazione dell’Asilo “Vittorio Arrigoni” nella striscia di Gaza, si intende promuovere un incontro di amicizia, solidarietà e confronto gastronomico alla scoperta dei sapori del mondo.
L’occasione consentirà di condividere un momento di socialità e  di verifica sullo stato dei lavori dell’asilo.

Previsti diversi assaggi di piatti etnici, proposti dai primi cuochi aderenti:
Khair Laben (Palestina)
Fwull (Palestina)
Tajin (Marocco)
Couscous (Tunisia)
Homos (Tunisia)
Falafel (Palestina)
Pollo con coco y arroz (Ecuador)
Gamberi con arroz (Ecuador)
Mojito cocktail e Cuba Libre (Cuba)
Insalata (Ucraina)

Hanno già aderito all’iniziativa diverse organizzazioni del sociale locale e la sezione soci di COOP Liguria che sostiene l’evento.

di Mario Guglielmi

24/07/2014

Da www.riviera24.it

FINO AL RITORNO ED ALLA LIBERAZIONE

Mobilitazione europea del Movimento dei Giovani Palestinesi. A Roma, appuntamento sabato 26 luglio, alle 18, al Colosseo.

RITORNO

I Giovani Palestinesi si mobilitano a Roma insieme alla rete di solidarietà con la Palestina, rispondendo alla chiamata alla mobilitazione dei giovani palestinesi europei. Ringraxiamo il movimento NO TAV e tutti i gruppi e associazioni nazionali e locali che si stanno mobilitando in tutta Italia per rispondere all’appello europeo. Di seguito il comunicato in italiano:
Contro i crimini sionisti in Palestina, sostegno alla Resistenza palestinese
L’orrore dei crimini sionisti in Palestina ha raggiunto livelli terrificanti. In pieno giorno, i sionisti stanno massacrando le famiglie, bombardando alla cieca case, cliniche e moschee a Gaza.
Quello che abbiamo di fronte è un regime coloniale,che usa il suo potere per schiacciare la volontà di un popolo a resistere.
In questa lotta sbilanciata tra una ideologia razzista e l’eroica resistenza del popolo palestinese, i governi europei, ancora intrappolati nei loro vecchi retaggi coloniali, hanno chiaramente affermato la loro posizione a sostegno del regime sionista.
La lotta in corso a Gaza e in tutta la Palestina è nostra: è una lotta per far prevalere la giustizia su un progetto coloniale che mira a cancellare il popolo Palestinese, è una lotta contro il colonialismo in tutte le sue forme e manifestazioni.
Questa lotta non terminerà fino a che Gaza non sarà liberata dall’assedio, la colonizzazione della Palestina storica non verrà smantellata, e i sionisti non smetteranno di imprigionare e torturare il nostro popolo. Questa lotta sarà vinta solo quando saremo tutti uniti intorno ad una visione condivisa che si basi sui principi di dignità, giustizia e liberazione della Palestina!
La resistenza in Palestina trova sostegno nella nostra mobilitazione, nelle strade, e nel rafforzamento, in tutto il mondo, della campagna di boicottaggio di Israele e sanzioni contro lo stato sionista. Siamo chiamati a prenderci le nostre responsabilità, è nostro dovere organizzarci rimanendo autonomi, è nostro dovere unificare tutto il sostegno sincero e incodizionato alla nostra causa!

Noi, giovani palestinesi in Europa, chiediamo una giornata di azione, ovunque in Europa, Sabato 26 Luglio
● Contro l’aggressione di Gaza e di tutta la Palestina – Stop all’embargo
● Sostegno totale e incondizionato alla resistenza palestinese, in tutte le sue forme
● Libertà per tutti i prigionieri palestinesi
● Supporto per la campagna BDS – Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni contro Israele
● Contro la vergognosa complicità europea

Giovani Palestinesi in Italia, PYM Francia, PYM Swezia, PYM Spagna, GUPS Francia, GUPS-Athene(Grecia), Palung Danimarca, Asociación de Amistad Palestina-Granada Turab (Spagna)

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1457741847809206/?ref_dashboard_filter=upcoming

CON IL POPOLO PALESTINESE FERMIAMO IL MASSACRO A GAZA

La riunione nazionale tenutasi sabato 19 luglio ha preso atto della diffusa difficoltà a rispondere all’appello per la convocazione di una manifestazione nazionale in solidarietà con il popolo palestinese. Da più parti è stato comunicato che non si ritiene possibile, in questo particolare momento, organizzare e gestire un appuntamento a carattere nazionale. Emerge, tuttavia, la necessità di individuare e praticare elementi unificanti da proporre nelle diverse iniziative locali che avranno luogo in questa settimana in diverse città.

Fermiamo Israele, la guerra, il massacro.

La guerra divampa a Gaza ed i Palestinesi ne fanno ancora una volta tragicamente le spese. E’ lo Stato sionista di Israele, con la complicità attiva degli Stati democratici, il responsabile storico dell’oppressione del popolo palestinese.
Noi chiediamo un cessate il fuoco immediato e la contestuale fine dell’assedio della Striscia di Gaza da parte israeliana con la complicità egiziana; lo smantellamento dei check point nella West Bank e la fine del processo di colonizzazione; la liberazione dei prigionieri palestinesi; il diritto al ritorno dei profughi, in solidarietà con i rifugiati palestinesi di Yarmouk e degli altri campi assediati; la sospensione immediata della fornitura di armi e sistemi d’arma italiani allo Stato israeliano e sollecitiamo i parlamentari disponibili ad intraprendere iniziative concrete in questa direzione.

Le logiche belliche e gli interessi di regime dividono i Palestinesi, indeboliscono la loro resistenza, rendono impossibile la loro autodeterminazione.
Per una nuova solidarietà con il popolo palestinese e tutti i popoli arabi oppressi che lottano per la libertà contro regimi tirannici e reazionari, dalla Tunisia all’Egitto ed alla Siria, i cui popoli sono fraternamente solidali con i Palestinesi.
Esprimiamo la nostra solidarietà alla coalizione internazionale della Freedom Flotilla, agli attivisti internazionali presenti a Gaza e in Cisgiordania ed a quei settori della società israeliana che si battono contro l’occupazione, l’apartheid e la guerra.
Sulla base di questi contenuti, ci impegniamo nella settimana dal 21 al 26 luglio a promuovere e a partecipare ad iniziative articolate localmente, a partire dalla manifestazione romana di giovedì 24, ed a proseguire nella mobilitazione. Esprimendo la nostra solidarietà con il popolo palestinese, lo faremo anche verso tutti i popoli del Mediterraneo che in questi anni hanno intrapreso pacificamente il cammino per liberarsi dalla dittatura e dall’oppressione e troppe volte si sono scontrati con la repressione e la militarizzazione forzata della loro lotta.

Freedom Flotilla Italia, Campagna per Yarmouk, La Comune, Comitato Romano di Solidarietà con il Popolo Siriano, Giovani Palestinesi, Centro Open Mind – Messina, Sunshine4Palestine, Associazione antirazzista e interetnica 3 febbraio, Karama – Comitato di solidarietà con il popolo siriano (Bologna), Coordinamento Romano di Sinistra Anticapitalista, Circolo ARCI “Handala” (Imperia), Libertà e Democrazia per l’Egitto (Roma), Associazione Dhuumcatu, Casa del Popolo “Giovanni Tanas” (Roma), Associazione umanista Atlantide onlus, Communia – Spazio Comune (Roma), ManifestoLibri, Laboratorio Filosofico”Sofia Roney org”, Communia Network, Giovani Musulmani d’Italia, Partito Comunista dei Lavoratori, Pressenza – Agenzia Stampa Internazionale,  Coordinamento regionale Arcigay Campania  

Per info e adesioni: inpiazzapergaza@libero.it

 

APPELLO URGENTE: SABATO 19 LUGLIO RIUNIONE A ROMA PER PROMUOVERE UNA MANIFESTAZIONE NAZIONALE

Smoke and fire from an Israeli bomb rises into the air ove Gaza City

Appello per una riunione nazionale in solidarietà con il popolo palestinese e  la popolazione di Gaza

La guerra scatenata nuovamente da Israele contro i Palestinesi ha già mietuto quasi duecento vittime e numerosissimi feriti, di cui moltissime donne e bambini. L’ennesima aggressione bellica ha radici lontane di ingiustizia storica e spoliazione del popolo palestinese. Di fronte a questa emergenza umana è urgente e necessario reagire e rilanciare una nuova solidarietà con il popolo palestinese per l’immediata cessazione dei bombardamenti e per fermare l’escalation bellica.
Per bloccare l’aggressione israeliana, sviluppare la solidarietà con la popolazione Palestinese, sostenere  la  lotta  per la  libertà, per il diritto all’ autodifesa della vita e per l’autodeterminazione di tutte le popolazioni  arabe dalla Tunisia alla Palestina, dall’Egitto alla Siria e  per l’immediata sospensione della fornitura di aerei militari e sistemi d’arma italiani all’esercito israeliano, riteniamo sia necessaria una mobilitazione straordinaria verso una iniziativa nazionale unitaria per sabato 26 luglio.

Per questo proponiamo  una riunione  per costruire l’iniziativa e definire la sua piattaforma  sabato 19 luglio a Roma alle ore 10.30 in Via di Porta Labicana n. 56/a.

Adesioni a: inpiazzapergaza@libero.it 

Prime firme:

Coordinamento Freedom Flotilla Italia; Campagna nazionale per Yarmouk; Comitato Romano di Solidarietà con il Popolo Siriano; Comune Umanista Socialista; Associazione antirazzista interetnica “3 febbraio”; Comitato Liberta’ e Democrazia per l’Egitto – Roma; Stay Human Onlus; Sunshine4Palestine Association; Centro OPEN MIND glbt di Catania; Circolo ARCI “Handala” – Imperia; Associazione Dhuumcatu; Casa del Popolo “Giuseppe Tanas” di Primavalle – Roma; Sinistra Anticapitalista – Roma; Associazione Umanista Atlantide Onlus

Inizio modulo

 

 

Invito a partecipare alle mobilitazioni

10426768_10203344765795297_8735981051538873351_nSTOP AL MASSACRO A GAZA
PER UNA PACE GIUSTA TRA PALESTINA E ISRAELE

Chiamiamo uomini e donne che credono nella Pace e nella nonviolenza a partecipare oggi,  mercoledì 16 luglio e nei prossimi giorni alle mobilitazioni in tutta Italia, per fermare il  massacro a Gaza e per una pace giusta tra Palestina e Israele. Il profilo facebook Vittorio Arrigoni riporta gli appuntamenti nelle varie città. 
Ogni morte ci diminuisce, ogni uomo, donna, bambino ucciso pesa nelle nostre coscienze.
Vogliamo vedere i bambini vivere e crescere in pace non maciullati da schegge di piombo.

CHIEDIAMO:
• che cessino immediatamente il fuoco, gli attacchi aerei israeliani a Gaza che hanno provocato circa 200 morti, le rappresaglie e le vendette da ogni parte;
• che la politica e la comunità internazionale assumano un ruolo attivo di mediazione per la fine dell’occupazione militare israeliana e la colonizzazione del territorio palestinese, per il rispetto dei diritti umani, della sicurezza e del diritto internazionale in tutto il territorio che accoglie i popoli israeliano e palestinese;
• che il Governo italiano si attivi immediatamente affinché il nostro Paese e i Paesi membri dell’Unione Europea interrompano la fornitura di armi, di munizioni, di sistemi militari, come pure ogni accordo di cooperazione militare con Israele;
• che il nostro Governo, oggi alla Presidenza dell’Unione Europea, assuma questi impegni con determinazione e coraggio;
• che ogni cittadino si impegni responsabilmente nel boicottaggio dei prodotti delle colonie israeliane in Palestina, come strumento di denuncia della colonizzazione.

Freedom Flotilla Italia