27 FEBBRAIO, PRIMO APPUNTAMENTO VERSO IL CONVEGNO SUL VICINO ORIENTE

27febbraio

Prende il via il percorso che porterà al convegno “VICINO ORIENTE: POPOLI FRA RIVOLUZIONE, DITTATURA E TERRORISMO”, che si terrà a Roma, all’Università “La Sapienza”, il prossimo 27/28 marzo. Il primo incontro in programma è previsto per venerdì 27 febbraio, a partire dalle 16.00, nell’aula VI della Facoltà di Lettere della “Sapienza”, dove i giornalisti Amedeo Ricucci, Lucia Goracci, Riccardo Cristiano, Roberta Zunini, Domenico Quirico e Cecilia Dalla Negra parleranno dello spinosissimo tema dell’informazione e della non-informazione sul Vicino Oriente, coordinati da Joshua Evangelista, dell’agenzia Fontiere News.
Dopo l’incontro, nel vicino spazio occupato “Communia”, in Viale dello Scalo San Lorenzo n. 33, si svolgerà una serata di sottoscrizione per le spese necessarie alla realizzazione del convegno, serata che vedrà la presentazione e proiezione del film “Border”, con la presenza del regista Alessio Cremonini e degli attori Sara El Debuch e Wasim Abo Azan, nonché una cena sociale.
L’incontro del 27 febbraio sarà seguito, a distanza di pochi giorni, da un’altra iniziativa di informazione e dibattito, questa volta sulla situazione in Siria, prima di arrivare al convegno vero e proprio alla fine di marzo.
La realizzazione di questo percorso è il risultato di quasi due anni di iniziative e dibattiti che hanno coinvolto decine di attivisti di realtà politiche e sociali, percorso il cui punto di partenza può essere situato nella manifestazione antifascista del 15 giugno 2013 a San Lorenzo, in risposta ad un’adunata delle forze neofasciste europee a sostegno del dittatore siriano Assad, adunata che venne vietata all’ultimo momento dalla Questura e dal neoeletto sindaco di Roma, Ignazio Marino. Nonostante l’evidente gravità dell’adunata neofascista, all’epoca si registrò la sostanziale indifferenza di quei settori che, solitamente, sono in prima fila nelle mobilitazioni antifasciste, anche in occasione di episodi molto meno importanti e pericolosi di quanto avrebbe potuto essere una manifestazione che avrebbe visto in una piazza di Roma estremisti e razzisti fanatici provenienti da mezza Europa. I promotori dell’iniziativa antifascista, quindi, avviarono un percorso di analisi ed informazione, il cui primo risultato concreto fu la costituzione di un comitato di solidarietà con il popolo siriano, protagonista, nel marzo dell’anno successivo, della promozione della più grande manifestazione contro la dittatura di Assad ed in solidarietà con i rifugiati palestinesi in Siria, anch’essi vittime della brutalità del regime siriano.
Nella seconda metà dello scorso anno, quindi, è andata rafforzandosi la consapevolezza della necessità di portare l’informazione ed il dibattito verso platee più vaste, alla luce dell’arretratezza e dell’autoreferenzialità che continuano a caratterizzare gli spezzoni superstiti della sinistra cosiddetta radicale, profondamente incapace di misurarsi con le novità ed i cambiamenti di scenario susseguenti alle rivoluzioni arabe del 2011. Di qui, l’idea di un convegno, rivolto principalmente ai giovani, in cui fosse possibile l’espressione di persone autorevoli e competenti, piuttosto che dei soliti personaggi che imperversano a sinistra con l’ormai abituale repertorio di banalità e fesserie vere e proprie. Anche per rendere evidente la distanza da esperienze pregresse e precostituite, i promotori del convegno hanno deciso di mettere da parte ogni sigla, costituendosi in un comitato promotore che ha preso il nome di Khaled Bakrawi, attivista palestinese del campo siriano di Yarmouk, arrestato, torturato ed assassinato dal regime di Assad.
Il convegno si terrà, appunto, il 27 e 28 marzo, e presto saranno resi i noti i nomi dei relatori.

SABATO 21 FEBBRAIO ASSEMBLEA A FIRENZE

occupazioneviabaracca

L’assemblea per la Freedom Flotilla a Firenze si terrà sabato 21 febbraio, alle ore 17.00, presso la casa occupata di Via Baracca n. 18.

ATTENZIONE: RINVIATA L’ASSEMBLEA DI FIRENZE

A causa dell’operazione di polizia di ieri contro l’hotel Concorde, l’assemblea fiorentina per la Freedom Flotilla, prevista per sabato prossimo, è rinviata a data da destinarsi. Esprimiamo tutta la nostra solidarietà agli occupanti dell’hotel Concorde ed a tutte le lotte per il diritto all’abitare.

Fi__Concorde
http://www.infoaut.org/index.php/blog/metropoli/item/13849-firenze-staccata-la-luce-al-concorde-occupato-barricate-e-nuova-occupazione

http://www.nove.firenze.it/emergenza-casa-bambini-al-freddo-nel-palazzo-occupato.htm

IL NOSTRO PROGETTO PER GAZA

asilo-vik2

Dallo scorso settembre, è aperto ad Al Burej, nella Striscia di Gaza, l’asilo che porta il nome di Vittorio Arrigoni. L’asilo, frequentato da un centinaio di bambine e bambini, è il risultato di una sottoscrizione popolare effettuata in Italia fra il 2013 ed il 2014, promossa dalla Freedom Flotilla Italia e dall’associazione “Dima”, cui hanno partecipato decine di associazioni, comitati e singoli individui, con piccole donazioni o con sottoscrizioni raccolte nel corso di iniziative. Il progetto educativo dell’asilo è stato curato dall’associazione palestinese “Ghassan Kanafani”, già operante nella Striscia con altri cinque asili, ed è ispirato a criteri laici e nazionali, come tutte le strutture dell’UHWC, il network di Ong palestinesi di cui fa parte l’associazione “Ghassan Kanafani” e che comprende consultori, ambulatori popolari, centri giovanili e l’ospedale Al Awda a Jabalia, nel nord della Striscia, più volte danneggiato dagli attacchi israeliani.

In preparazione della nuova flotilla, che sfiderà il blocco navale israeliano la prossima primavera, si è deciso di affiancare a questa iniziativa la promozione di altri progetti di sostegno concreto alla popolazione di Gaza, aprendo campagne di sottoscrizione il cui ricavato verrà destinato per metà al sostegno delle spese per le imbarcazioni e per metà ai progetti medesimi, con l’obiettivo di coniugare la solidarietà con la battaglia politica contro l’assedio e l’occupazione. Come Freedom Flotilla Italia, abbiamo pensato di operare in continuità con quanto già realizzato, implementando il lavoro dell’asilo “Vitorio Arrigoni” attraverso l’acquisto di uno scuolabus che consentirà di frequentare l’asilo anche a bambine e bambini di altri villaggi e campi profughi.
Gli operatori dell’asilo “Vittorio Arrigoni” sono alla ricerca del veicolo adatto, che dovrà necessariamente essere acquistato ed allestito sul posto, a causa dell’assedio israelo-egiziano che rende impossibile portare qualsiasi merce nella Striscia, così come, fino ad ora, ha reso impossibile la realizzazione di altre iniziative legate all’asilo, come gli scambi di visite fra gli educatori palestinesi ed i colleghi italiani, o l’organizzazione di soggiorni in Italia per le bambine ed i bambini di Gaza. Anche questo è un aspetto – fra i più odiosi – dell’assedio e del blocco che i regimi israeliano ed egiziano hanno imposto da anni sulla Striscia di Gaza, una punizione collettiva assolutamente illegale che colpisce quasi due milioni di uomini, donne, vecchi e bambini. Il sostegno all’asilo “Vittorio Arrigoni” e quello alla prossima missione della Freedom Flotilla Coalition sono due facce della stessa medaglia, perchè la solidarietà è parte della lotta.

Le donazioni possono essere effettuate on line da questo sito, con carta di credito o prepagata, cliccando sull’icona “Donate” e seguendo le istruzioni, oppure con bonifico sul conto corrente 5000 1000 65881 di Banca Prossima S.p.A. intestato a “Associazione Dima” – IBAN  IT83 Q033 5901 6001 0000 0065 881.

A donazione effettuata, inviare maila roma@freedomflotilla.it con nome e mail, così sarete aggiunti alla nuova lista dei donatori.

Pagina facebook dell’asilo “Vittorio Arrigoni”: https://www.facebook.com/pages/Vittorio-Arrigoni-Kindergarten/712562235490669?fref=ts 

FIRENZE: SABATO 7 FEBBRAIO ASSEMBLEA ALL’HOTEL CONCORDE


occupazione hotel2

L’assemblea di Firenze per organizzare il sostegno italiano alla prossima missione della Freedom Flotilla Coalition si terrà sabato 7 febbraio, alle ore 17.00, presso l’hotel Concorde occupato, in via Luigi Gori, vicino l’aeroporto. Info: flotillafirenze@libero.it.